Yogamovimento – definizione

YogaMovimento: la fluiditá che scioglie e emozioni trattenute nel corpo

Si dice che “ciò che è vissuto con la mente è vissuto con il corpo”,
per spiegare che le esperienze psichiche ed emotive si possono leggere
nel corpo, nella sua struttura, nelle sue contrazioni, nei suoi
movimenti e nella postura che assume.
Il corpo è la prima fonte di comunicazione di cui l’individuo abbia
esperienza. Crescendo perdiamo aderenza al linguaggio del corpo,
adeguandoci e trincerandoci negli standard comunicativi che la societá
ci richiede. Ma il corpo rimane il mezzo di relazione tra il nostro
essere e il mondo: nel corpo respiriamo, nel corpo soffochiamo
un’emozione, col corpo soddisfiamo i nostri bisogni, nel corpo
disegniamo ed incidiamo la nostra mappa storia. Attraverso il corpo
entriamo in relazione con il mondo esprimendo tutti i nostri moti
interiori. Dal latino e-movere (muovere fuori), esprimere un
sentimento o un’emozione significa compiere un atto, un movimento.
Tutti gli “atti bloccati” si traducono in una struttura corporea
rigida e in abitudini posturali scorrette, a lungo termine nocive per
il benessere di ossa, muscoli e sistema nervoso. Gli aspetti rinnegati
del sé, conservati nel corpo fisico per il legame tra emozioni e
corpo, tornano a manifestarsi in tensioni, formazione di difese e
struttura del carattere.
L’antica saggezza dello Yoga ci insegna che nulla può liberare
l’individuo dalla sofferenza e non l’individuo stesso attraverso la
consapevolezza di sé.
Lo YogaMovimento si basa sull’esplorazione, l’ascolto e l’accoglimento
di ció che é nel corpo e dal corpo arriva, soffermandosi sul processo
interiore piuttosto che sul risultato estetico. Attraverso l’esercizio
dell’asana si rimane in osservazione di ció che nel corpo risuona e
genera il movimento fluido e spontaneo, rilasciando ogni tensione e
esplorando le possibilità del corpo.
Sperimentare se stessi in assenza di giudizio e valorizzando un
gesto/movimento/segno semplicemente per ció che é, vuol dire
riconoscere le infinite possibilità di rivelarsi attraverso il corpo,
acquisendo fiducia in sé e nell’altro, valorizzando differenze.
Il rilassamento, la respirazione, il rapporto con il suolo e lo
spazio, il ritmo interiore saranno gli elementi su cui si fonderanno
gli incontri, in cui si lavora sull’asse “mente-corpo” come una sola
entità.